Friends of Fly
 
BENVENUTI - In Prog. attivita' inseriremo a breve il nuovo programma per il 2013
 
Menu principale
Home
Prog. Attività 2013
Statuto
Sede FOF
Attivita' e Ambiente
Corsi di Pesca
Pesca a mosca
Dressing
Foto Gallery
Reportage
Itinerari
Manifestazioni
Recensioni
Bricolage
Gadgets
Download
Notizie
Guide Service
Compro/Vendo
Biblioteca
Links
Contattaci
Sitemap
Cerca
ZRS Lima
Autodisciplina
Cerca
Novita'
 
 
PERCHÉ SENZA ARDIGLIONE PDF Stampa E-mail
 ImageOgni pescatore, specialmente se pescatore con la mosca, dovrebbe avere più rispetto nei confronti della fonte del proprio divertimento, adottando ogni accorgimento volto alla salvaguardia dei pesci e dell’ambiente in cui essi vivono; esempi sono sicuramente l’uso di ami senza ardiglione e la pratica del No Kill.Confrontando la differenza fra ami con ardiglione ed ami senza o con ardiglione schiacciato, ci accorgiamo che l’ardiglione non è uno strumento di cattura, bensì di tortura.

 L’amo con ardiglione possiede una ridotta capacità di penetrazione dovuta allo stesso ardiglione; questi provoca, infatti, un ingrossamento della punta dell’amo che viene a perdere in capacità di penetrazione. Se però l’amo penetra fino all’ardiglione, raramente il pesce riesce a liberarsi al punto che l’operazione di rilascio sarà difficile e dolorosa, soprattutto per il pesce, che subirà gravi lesioni all’apparato boccale con conseguenze letali se l’amo è penetrato oltre la bocca, ove risiedono organi di vitale importanza. In tal caso se si desidera rilasciare la preda, è meglio tagliare la lenza al pari delle labbra del pesce, onde evitare inutili maneggi dello stesso. L’amo privo d’ardiglione dimostra maggiore capacità di penetrazione anche nelle parti più dure dell’apparato boccale grazie all’uniformità della punta, il pesce può liberarsi da solo soltanto se si allenta la tensione della lenza e, in ultima analisi, facilita il rilascio del pesce al quale reca minor danno. Appare quindi evidente la convenienza all’uso di ami privi d’ardiglione. Probabilmente, l’ardiglione fa presa più a livello psicologico nel pescatore che non nella bocca del pesce. Risulta quindi chiaro che l’ardiglione serve solamente a straziare i pesci; cerchiamo invece di evitare loro sofferenze inutili e rimettiamoli con cura in acqua. Quando un pesce riesce a liberarsi dall’amo, molto spesso è dovuto ad una presa di questo su parti non solide dell’apparato boccale, quali ad esempio la pelle, la punta delle labbra, o addirittura come capita in alcune giornate, le trote prendono le mosche fra la membrana mascellare e l’angolo della bocca, ove raramente l’amo può far presa, ma rimane incastrato per liberarsi alla minima tensione della lenza. Alle volte un pesce si libera a causa dell’elasticità dell’amo, che sollecitato da una forte tensione si apre ed esce dal punto di presa.  Quando le trote abboccano decise, non è necessario l’ardiglione; se invece mangiano con riluttanza, l’uso di ami con ardiglione non migliora la situazione. Eventualmente possiamo prendere in considerazione l’angolazione o il momento della ferrata. Certe volte conviene ferrare con canna alta rispetto al piano dell’acqua, altre volte risulta necessaria una ferrata laterale così come si presentano casi in cui anticipare o ritardare la ferrata è determinante ai fini della cattura. In conclusione, appare evidente l’inutilità dell’ardiglione, in quanto non aumenta il numero di catture, ma quello dei pesci feriti destinati con molta probabilità a morire per le lesioni riportate o per le infezioni che su queste si propagano. Un bravo pescatore, risulta tale, non da quanti pesci cattura, ma da quanti è in grado di rilasciarne arrecando loro il minor danno possibile. Ricordiamoci di bagnarci le mani prima di toccare un pesce, in tal modo non danneggeremo la mucosa che lo protegge dalle infezioni. Inoltre i pesci non vanno tenuti a lungo fuori dell’acqua e se il recupero è stato lungo è bene ossigenare il pesce, tenendolo contro corrente fino a che questi non abbia ripreso energia.

Tassi di mortalità

(dati Notiziario ETP Friuli Venezia Giulia e Notiziario Coordinamento Toscano Pescatori a Mosca)

ESCHE

Con ardiglione

Senza ardiglione

NATURALI

30%

8,4%

ARTIFICIALI

-

-

Spinning

4,8%

-

Mosca

3,8%

2,6%

 
Pros. >

 
 
FACEBOOK
Sondaggi
Dove ti piacerebbe andare in una gita di pesca organizzata dal club:
 
Sponsor
Google
 
 
I piu' letti
Gallery Slideshow

http://web-key.co.il  
© 2019 Friends Of Fly - Pesca a mosca e Salvaguardia Ambientale
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Annuncio Pubblicitariohttp://web-key.co.il